Menestrello

 



" Quattro stracci in libertà "
composta da sir Lovefeeling

 
Mi chiudo dentro la stanza 
prendo il liuto e provo accordi che lo so già
diranno di una storia nuova 
o forse già dimenticata chissà perchè

scrivo quello che mi vien da dentro 
per raccontare quello che il vento
mi porta col suo sussurro 
attraverso valli lontane
e nel mio cuore si fa’ strada una sensazione

e sono fiero del mio sognare, di questo mio eterno incespicare
e rido in faccia a chi non saprà mai cos’è


Nessuno sa cosa si prova 
ad inventare una canzone nuova senza un perché
qualcuno pensa che sia un po’ matto 
oppure forse non pensa affatto ad alcunché

ma poi chi ha detto che sia sol questo
o forse non sia soltanto onesto
lasciarsi andare all’illusione 
di quel che senti in una canzone
chiudendo fuori un mondo chiuso e la realtà

ognuno faccia quel che vuol fare, ognuno scriva quel che gli pare
ma non si insegni a me cos’è la Libertà


Partito un giorno d’inverno
vestito di sol quattro stracci arrivai qua
nessuno si degnava d’ascoltare un vagabondo 
che non sapeva ove andare un po’ qua un po’ là

finchè ho incontrato gente 
che ascoltando quel che facevo
mi disse “siete bravo, se Voi volete
potete suonare ancora
ma queste sono le nostre regole da seguire”

non han capito così facendo essi legavan la fantasia
ed uccidevano così la Libertà


So bene che la fantasia 
a volte porta a dire eresia ma sol per chi 
non sa che ci basta poco 
che essa vale ben più di un gioco e che non c’è

chi può impedire di usarla
chi può fermare il momento
e non esiste un solo argomento 
che possa farla tacere per sempre
che possa dire ferma il tuo liuto non farne niente

loro non sanno cosa vuol dire ascoltare quello che dice il cuore
loro non sanno che cosa sia la Libertà


Un giorno ho incontrato una dama
capelli verdi mi disse "mi ama vivo per lui
Vi prego soltanto di scriver qualcosa 
perché lui possa saper del mio amore
di quello che

io sento qui dentro nel petto, 
che ascolti il Vostro liuto suonare
dite soltanto che quel momento 
non è lontano e arriverà
il giorno che i nostri sogni saran realtà"

ed io che lessi su quel viso la sofferenza di chi è lontano
suonai per lei con quel mio liuto deriso già

nessuno uccise la fantasia di un menestrello che non aveva
che un solo modo per dire quel che aveva in sé

e quella dama conobbe un uomo di quattro stracci fuori vestito
con dentro un cuore vestito sol di Libertà.