Aedo della Corte della Rosa

 

 

"Pace è quando..."

composta da Lord Lovefeeling

 

 

Salito su una collina ho guardato l’orizzonte
colonne di fumo nero coprivano tutto il fronte
carri rovesciati, uomini perduti, madri disperate,
e tutto là intorno vite senza vita, speranze sbriciolate

 

Voi! Voi che siete semidei senza fallo: i potenti
Voi che vivete nei Vostri castelli dite: avete lenti
per guardare quale scempio avete fatto del mondo
delle terre e delle acque col Vostro odiar profondo?

 

Voi! Coi Vostri ventri obesi e le mani sudate
che elargite doni sol per farVi adorare
avete mai sentito parlar di fratellanza?
O avete mai sentito parlare di uguaglianza?

 

Ho visto intere carovane affrontare la burrasca
pur di mai lasciare la lor famiglia amata
or son disperse: per far grande la Vostra tasca
io ricordo due occhi belli: l’avete strangolata

 

Voi che Vi ergete a giudici di ciò che or guidate
quanti innocenti ancora volete in agonia
quante devono essere per Voi le lacrime salate
e quanto giusto Voi potenti pensate che sia

 

il disprezzo che mostrate per la vita altrui?
Ho visto Conti e Baronetti che giocan alla guerra
e con loro cortigiani che aizzavano la tresca
perfidi e insipienti cercavan per se stessi

 

e per la loro gloria di far salamelecchi
e non per quella gente che ormai tutta dispersa
dovevate Voi! difender: bambini e vecchi
da quella triste sorte, da quella speranza persa

 

Lassù sulla collina è salito da solo un bambino
mi ha guardato fisso, senza più madre e padre
senza una parola ha guardato quel soqquadro
ha preso la mia mano con negli occhi una domanda:

 

perché anche in un gioco si può esser sì cattivi,
non esiste l’amicizia, anche lor son primitivi?
In quei sì velati occhi, quel bambino era già vecchio
ed io l'ho riconosciuto: ché lui era lì nello specchio

 

ed allora alla domanda ho voluto dar risposta:
quel clamor non cesserà, e quel pianto resterà
finchèéniun avrà capito cosa ha davver valore:


finchèéun uomo dirà loro cosa serve per la Pace
solo allor essi sapranno e capiranno:
ché Pace è quando Amare vuol dire Dare.

 

a loro riservataVi
 non per amore pensate che sia giusto