Menestrelli di Palazzo

 

 

"Lovefeeling"

composta da Lord Lovefeeling

 

Nessuno sa come nacque il mio nome
forse neppur io potrei dire come
era una sera, ricevetti una lettera
ma tal non era invero, era una poesia.

 

Quella donna amica, straniera per me,
comprese qualcosa di me e volle inviarmela:
era la poesia che lei scrisse per il marito
in occasione della nascita del loro terzo figlio.

 

Mi disse: “tu che sai suonare, tu che sai inventare
e ti esprimi più con quello che canti che con quello che dici
falla diventare qualcosa, qualcosa che io possa cantare
 
per il mio amore…”

 

Quella poesia diventò una canzone: non conoscevo la lingua,
quella signora era turca, perciò ci si poteva parlare solo in inglese
così tradussi quella poesia, e diventò questa canzone:

 

            You are the roads when i’m walkin

          
you are the knife when I’m eating

                     you are my wineglass when I’m drinking

             you are my brain when I’m thinking

 

                   As a boy, as a boy I am dreaming

                        I can’t sleep and I wait only you

                        I can hear my heart now is beating

                        I can feel that my life now is you.  

 

             My life changed when I first met you

            You are in my mind when I get up in the morning

            I can love you when I’m far away

            You are my life and you’ll always be…

 

            You are my cushion when I’m laying

            You are the dream when I’m sleeping

            You are my clothes when I’m dressing

            You are the rainbow after the rain

 

                        As a boy, as a boy I am dreaming

                        I can’t sleep and I wait only you

                        I can hear my heart now is beating

                        I can feel that my life now is you.”

 

Questa canzone, che non ha nulla di speciale se non che la cantai davvero con amore, 
fece il giro di mezza Europa: da Istanbul a Minsk, da Monaco a Parigi, a Salisburgo e in Italia. 
Da allora il mio nome è sempre stato Lovefeeling.

Mai come oggi la sento tutta per quello che esprime: la dedico a mia moglie.

 

 

Ringrazio Diapron, Calendula, Haziel, Gnagnablu…tutti.   

Arrivederci.