midi    Menestrelli di Palazzo  MP3

 

 



"Le amiche mie"

composta da sir Lovefeeling

 

Era d’inverno ricordo ancora il freddo il gelo ed il rabbrividire
il carro pieno di vino e olio buono tutti pronti per partire
e la speranza chiara di una nuova ora e poi di un’ altra aurora
io che guardavo avanti accarezzando il liuto triste mio amico muto

Mi preoccupavo di avere preso tutto quel che poi serviva
spartiti versi rime in pergamena e poi anche qualche missiva
che rileggevo a volte a non sentir la morte a riscaldare il cuore
e mi chiedevo quando avrei potuto e dove cantare ancor l’amore

Dove saranno le amiche mie
quelle che son le mie compagnie
come vorrei…cosa darei… 
per ritrovarle ancor nei pensieri miei

Chiudendo gli occhi io le
 vedevo ancora
 tutte lì vicine
e le potevo ancora
 udire tutte
 insieme le vocine
che mi dicevano
 come se fosse un coro di aspettare
che verrà l’ora che ci lasceremo amare e presentare

E andavo avanti con quella speranza che avevo in cuore
già mi cullava il dondolio del carro e il sogno di un amore
di quelle amiche che
lasciate avevo un giorno per partire
chissà se un giorno poi

 le avrei abbracciate ancora da non dire

Eccole tutte le amiche mie
quelle che son le mie compagnie
dal do al mi…dal re al si
sette sono le note: le amiche mie

Eccole tutte le amiche mie
Ve le presento son compagnie
dal do al mi…dal re al si
sette sono le note: le amiche mie

Eccole tutte le amiche mie
quelle che son le mie compagnie
dal do al mi…dal re al si
sette sono le note: le amiche mie





 

 


 

 


 

MP3: musica e voce registrata dall'autore del testo rivisitato; originale di "Gli amici miei" di R. Vecchioni