Menestrelli di Palazzo

 

 

"Il fulmine"

composta da Lord Lovefeeling

 

Una vita tranquilla…poche emozioni
un esistere senza pazzie, di tanto in tanto alcune canzoni

un camminare mano nella mano, a guardar vetrine: belli quei pantaloni…
Un’esistenza come tante…qualche amico,
bassi i toni

a parlar di musica, piatti buoni, e la sera addormentarsi con un bacio, 
lo stesso dato la mattina, ogni mattina prima di uscire.

 

E adesso tu!

Le sei piombato addosso come un ciclone,
fulmine che squarci il cielo, inaspettato come un uragano

L’hai travolta e stravolta, ma non dovevi colpire Lei: 
Lei è dolce, buona, non lo merita

Dovevi colpire me, solo me…perché l’hai fatto?

Ora le mani si stringono forte, più forte, più forte ancora…
non temere amore: io ci sono.