Menestrello  

 



" Dolce vento di libertà "
composta da sir Lovefeeling

 
Ricordo quando un tempo suonava ad un angolo di strada
nessuno conosceva il timbro della voce né il suo viso
e quanti anni avesser le sue mani 
da dove poi venisse: sconosciuto 
e c’era chi ascoltava però senza capire
chissà cosa voleva quel signore
chissà perché cantava dell’amore
chissà perché cantava dell’amore

Veniva da lontano, un liuto solamente il suo compagno
parlava di qualcosa in quelle terre niuno conosceva
diceva di un verde vento caldo 
che ognun di noi avea nel cuore
e c’era chi ascoltava però senza capire
chissà di chi parlava quel signore
chissà perché cantava dell’amore
chissà perché cantava dell’amore

Un giorno fu invitato da chi a quel tempo era molto in alto
a dar dimostrazione di quello che lui amava più di tutto
non c’era paura alcuna
ma solamente voglia di cantare
ma poi qualcuno chiese come si permetteva
di dire tutto quello che sentiva
suonare come lui in cuor sapeva
doveva stare al gioco e sol tacere

E fu così che allora lo vidi ancora a un angolo di strada
suonava e divertiva chiunque si fermasse ad ascoltare
diceva che sul viso
sentiva il verde vento
ma ancora c’era chi non si capacitava
delle parole sue che non capiva
delle parole sue che non capiva
gli disser che ne avrebbero parlato

I dotti si riuniron per dir la loro su quello screanzato
che osava contraddire quell’ordine da lor costituito
“non c’era proprio nessun vento caldo
ma solo la potenza del comando”
e lui che aveva solo la voglia di cantare
costretto fu a lasciare la sua casa
lo videro indossare il suo mantello
color quel verde di cui lui parlava

E venne il giorno in cui qualcuno volle udir le sue parole
sentendolo cantare sembrò a lei di udir battere il cuore
“io so di cosa Voi state parlando”
gli disse col sorriso sulle labbra
“Voi non smettete mai di dir quel che sentite
e continuate per la vostra strada
la vostra è la sola vera spada
che un giorno porterà la Libertà”

Lo prese per la mano e lo portò in un angolo di mondo
gli fece allor vedere dei prati il loro verde più profondo
lui le sorrise e disse “finalmente!
qualcuno forse che ancor ci crede
ed ero certo che soltanto un cuore puro
avrebbe un giorno reso meno oscuro
quello di cui da tempo sto cantando
il verde vento della Libertà”

Ma come sempre accade ci fu chi venne preso da furore
chi era quella donna che a lui si accompagnava con ardore
“facciamole vedere chi comanda
portatela da noi immantinente”
tuonaron tutti insieme dotti giudici e sapienti
chè non si addice mai a una donna pura
l’insana tale sua disinvoltura
e presto ne ordinaron la cattura

La presero una notte portandola nelle loro segrete
legata mani e piedi le chiesero di dir la verità
e lei rispose allora docilmente
che quel che lui diceva era vero
c’è un verde vento caldo che spira in ogni cuore
aveva un nome e lei lo conosceva
perché era quello che anche lei sentiva
quello era il suo vero nome: Libertà

E venne il nuovo giorno, terribile fu allora il suo risveglio
non c’era più nessuno, accanto a lui era vuoto il suo giaciglio
avevan preso ciò che più temevan
e soffocar le idee loro volevan
rinchiudere per sempre quello che ognuno ha
il verde vento caldo dell’amore
quello che a loro fa star male il cuore
quello che ognuno chiama Libertà

Lui corse alle segrete per riveder ancor quel viso amato
e allor ci fu un prodigio, apparve ciò che alfine si svelò
cercò ma là non ritrovò nessuno
lui vide solamente un verde velo 
come vessillo verso il cielo si innalzava 
ed una mano calda sentì sul viso 
il verde vento si aprì in sorriso 
lo prese e lo portò lassù con sé

Si sa che per qualcuno e certamente per i più potenti
queste son solo favole da raccontare solo ai più credenti
a quelli che non sanno mai tacere
a quelli cui non piace il soggiacere
a chi pretende sempre che ognuno dia rispetto
soltanto perché portano corone
e pensano di farla da padrone
e pensano di farla da padrone

La storia qui finisce, a me piace pensarlo qui in contrada
a me che lo ricordo quando suonava a un angolo di strada
portava nel suo cuore un sentimento
che sol qualcuno puro capirà
diceva che sentiva un verde vento caldo
il verde vento caldo dell’amore
che sempre spira in chi non ha timore
del verde vento della Libertà.